Movimenti degli orologi da polso: ecco quali sono

Quando una persona decide di acquistare un orologio, questa da’ poco peso al tipo di movimento e si concentra più che altro sull’aspetto, la marca ed il prezzo. Per carità nulla in contrario, ma dal mio punto di vista conoscere anche il tipo di movimento degli orologi da polso ci rende più consapevoli sull’ acquisto da fare.

Non dico che occorre essere dei tecnici orologiai,io non lo sono assolutamente, dico solo di conoscere un pelo più in profondità i nostri orologi.
Che tu ci creda o no, il movimento di un orologio è un aspetto molto importante da tenere a mente, è una di quelle cose che può farti propendere verso una scelta o un’altra.
Come già accennato nella guida su come scegliere un orologio uomo (che puoi trovare in Home page) , fondamentalmente esistono tre tipi di movimento o meccanismi:

  1.  Movimento meccanico tradizionale
  2.  Movimento meccanico automatico
  3.  Movimento al quarzo

MOVIMENTO MECCANICO TRADIZIONALE:

 

schema movimento orologio meccanico tradizionale

Uno dei principali tipi di movimenti degli orologi da polso è quello meccanico. In questo tipo di orologi l’energia è fornita da una molla. Il lento svolgimento di questa molla trasmette l’energia a tutto l’orologio. Questo tipo di orologio contiene un oscillatore che è il responsabile del mantenimento del tempo.

Funziona come una piccola ruota che si muove avanti e indietro. Al giorno d’oggi questi oscillatori si muovono per circa 28.000 volte ogni ora. La maggior parte di un orologio di questo tipo è costituito dalla spirale che rappresenta quella parte che realmente controlla i giri/oscillazioni del bilanciere.

MOVIMENTO MECCANICO AUTOMATICO

 

treno movimento automatico

 

Molti dei modelli che hanno questo tipo di movimento trovano il consenso di molti uomini in quanto il fondello trasparente (il fondello è il coperchio posto sul lato inferiore di un orologio) permette di visualizzare la parte meccanica in azione.

Questi orologi funzionano tramite un rotore che ha la forma di una ventola. Questo rotore oscilla su un perno quando il braccio della persona che indossa l’orologio si muove.

Ciò fa intuire come per il corretto funzionamento di questi orologi è indispensabile indossarli per un certo periodo di tempo. In genere sono sufficienti circa 8 ore per garantirne la precisione nell’arco di una giornata o anche per più giorni. Oggi ci sono molti orologi di questo tipo che funzionano benissimo anche per una settimana senza dover indossare l’orologio. Ne sono esempi alcuni modelli di orologi Seiko che grazie all’innovativo sistema Kinetic possono funzionare per diversi giorni ed in maniera quasi perfetta.

MOVIMENTO AL QUARZO

 

schema generale di orologio con movimento al quarzo

Gli orologi muniti di movimento al quarzo sono forse tra i più popolari per una serie diversa di motivi. Innanzitutto sono tra i più precisi e in secondo luogo sono anche piuttosto economici ma anche più resistenti rispetto alle controparti meccaniche e automatiche.
Questi orologi funzionano grazie all’energia elettrica fornita da una batteria.

Il nome “movimento al QUARZO” , deriva dal piccolo cristallo di quarzo che viene utilizzato come oscillatore nell’ orologio compiendo circa 32.786 volte al secondo.
La maggior parte degli orologi al quarzo ha un display digitale e quindi hanno uno stile sportivo, ma ci sono anche molti modelli con visualizzazione analogica e quindi con quadranti muniti di lancette e marcatori. Per finire ci sono anche quelli che io chiamo gli “ibridi” cioè quegli orologi da polso muniti sia di una visualizzazione digitale che analogica. Ne sono esempi vari modelli di orologi uomo Casio della linea G shock,Pro-Trek ecc..

Cosa ne pensi? Mi piacerebbe saperlo

Lascia un commento