Sai come funzionano gli orologi meccanici? Curiosità e utili consigli

Ti sei mai chiesto come funzionano gli orologi meccanici? Ti sei mai chiesto perché uomini di un certo tipo optano per questi prodotti quando in commercio esistono i più moderni e meno costosi ma precisi orologi al quarzo?

In un articolo precedente avevo fatto una piccola introduzione sui principali movimenti degli orologi da polso, in questo articolo voglio addentrarmi un pò più nello specifico cercando di chiarirti una volta e per tutte i tuoi dubbi riguardanti gli orologi da polso di tipo meccanico ed il loro funzionamento e ti darò dei semplici consigli per mantenere il tuo orologio in condizioni perfette.

I primi orologi messi in commercio non avevano un funzionamento automatico. Non possedevano numeri digitali, né un datario e nemmeno allarmi che potessero essere impostati a proprio piacimento.
Gli orologi completamente meccanici non hanno bisogno di batterie per il loro corretto funzionamento. Ma come è possibile allora che possano funzionare? Come è possibile garantire il movimento delle lancette? E’ ovvio che hanno bisogno di una qualche fonte di energia ma questa non è di tipo elettrica ma meccanica appunto.

Al fine di garantirne il corretto funzionamento, un orologio di questo tipo deve essere regolarmente caricato manualmente, di solito una volta al giorno.
Il fatto di dover avvolgere la molla di carica giorno per giorno è sicuramente un azione noiosa e poco pratica, ma allora perché la gente opta per un orologio meccanico, in un epoca come la nostra segnata dalla presenza di orologi digitali al quarzo poco costosi,pratici e molto più precisi?

La risposta è semplice: il tutto si “riduce” ad una questione di estetica e di apprezzamento per l’arte dell’orologeria.

Che cosa rende un orologio meccanico?

Affinché un orologio possa essere considerato di tipo puramente meccanico non solo deve possedere una carica a molla e un set di ingranaggi, ma questi devono essere alimentati da mezzi meccanici. Negli orologi al quarzo il corretto ticchettio si basa sull’energia fornita dalla vibrazione di un cristallo di quarzo ( di questi ultimi ne parlerò in un altro articolo).

In un orologio meccanico l’energia per muovere gli ingranaggi è fornita dall’ avvolgimento della molla di carica. Quando la molla è completamente avvolta l’orologio manterrà l’ora esatta per circa 40 ore. Ci sono comunque orologi meccanici più complessi in grado di tenere il tempo molto più a lungo.

Una variante più moderna sono rappresentati dagli orologi automatici i cui meccanismi di carica (la molla) sono attivati dal movimento del polso di chi lo indossa. Ciò si traduce in una maggiore comodità in quanto evita di dover effettuare una carica manuale tutti i giorni.
Il funzionamento ed il disegno base di un orologio meccanico odierno non è poi così diverso rispetto a quelli di mezzo secolo fa.

Il macchinoso funzionamento coinvolge più di una dozzina di tipi diversi di viti e circa 40 o più tra ruote, molle, piatti, bilancieri e gioielli, escludendo cassa, finestra di visualizzazione e cinghia! Tutte queste piccole parti cooperano in perfetta sincronia ( o quanto meno è quello che dovrebbero fare) per assicurare un movimento quanto più preciso possibile. Tuttavia, al cuore dei più fini movimenti di questi tipi di orologi vi sono i gioielli.

I gioielli nascosti in ogni orologio meccanico

I gioielli sono chiamati come tali perché sono letteralmente gioielli, in particolare rubini. Hai mai sentito dire: questo è un orologio a 21 gioielli o 21 rubini? Se hai letto alcune delle mie recensioni questo non ti suonerà come una cosa nuova! Adesso hai l’occasione di capire cosa significa!

I rubini genuini una volta erano usati perché costituiti di ossido di alluminio cristallizzato. Questo è un materiale molto duro con una superficie liscia che permette di ridurre l’attrito tra i vari componenti.
I perni fulcro delle ruote alimentati dalla molla di carica si muovono così in maniera costante e coerente. In questo modo viene anche ridotta la possibilità di logoramento dei perni delle ruote in acciaio. Oggi, si usano per lo più i rubini sintetici in quantità da 5 a 35 pietre a seconda della complessità del movimento.

Un tempo, i produttori credevano che più gioielli incorporavano negli orologi e meglio era, tuttavia si sono stabiliti in un numero di circa 4-8 gioielli credendo che questi fossero le quantità ottimali per una più efficace alimentazione della molla.

Tutti i componenti lavorano insieme

Se si aprisse il retro di un orologio meccanico si noterebbe la molla principale. Questa viene avvolta per mezzo dello stelo di avvolgimento, noto anche come corona, che sporge dal rivestimento dell’orologio. I primi orologi meccanici utilizzavano un bilanciere oscillante e una molla come base dei tempi.

Questo è stato poi sostituito con un diapason che funge da risonatore per spostare gli ingranaggi in maniera appropriata. Questi a loro volta spostano le lancette sul quadrante dell’orologio.

Piccoli ma importanti consigli per garantire il perfetto funzionamento

Un orologio meccanico finemente lavorato può durare una vita e può senz’altro essere il tipo di cimelio che viene passato da una generazione all’altra. Al fine di mantenere il tuo orologio perfettamente funzionante, è importante lubrificarlo e tenerlo pulito da polvere e detriti.
Questi piccoli accorgimenti,fatti ogni 3-5 anni, consentiranno al tuo orologio di durare per tantissimi anni.

Per fare questo recati dal tuo orologiaio di fiducia, penso che valga sicuramente la pena affrontare una piccola spesa a fronte dell’enorme valore,se non economico ma affettivo del tuo segnatempo.

E’ anche estremamente importante che l’orologio sia completamente asciutto. Assicurati che la cassa non presenti crepe attraverso cui l’acqua potrebbe entrare. L’acqua può essere particolarmente dannosa per le parti in acciaio dell’orologio compresa la ruota di scappamento e lo scappamento ad ancora.

Un orologio meccanico non ha mai bisogno delle batterie per poter funzionare e un buon modello può tenere il tempo con una precisione entro 2-3 secondi al giorno (come detto altre volte,non è accurato come il più economico orologio al quarzo, che ha invece una precisione di circa 0,5 secondi al giorno).

Gli orologi meccanici vengono in genere acquistati per il loro aspetto e per la maestria artigianale che li caratterizza. La maggior parte degli uomini oggi ha diversi tipi di orologi nei propri guardaroba di accessori,così aggiungendo un orologio meccanico alla propria collezione è possibile bilanciarlo con uno stile davvero classico.

2 Comments
  1. Reply
    Lucia 4 maggio 2017 at

    Ciao, grazie per aver condiviso questo interessantissimo articolo. Ho appena comprato un orologio meccanico per il 30esimo compleanno di mio fratello e la scelta e’ stata dura. Ho notato in diverse occasioni che i meccanici partono anche senza caricarlo, ma solo col movimento. E’ possibile?

    • Reply
      Max 4 maggio 2017 at

      Ciao, forse non ho capito bene. Che significa che i meccanismi partono “anche” senza caricarli?
      Mi viene da pensare che probabilmente hai comprato un orologio a carica automatica.

Lascia un commento